LA FINE DI TUTTO APOCALISSE 2012

La Scadenza è il 2012
Il calendario Maya e il Crop Circle apparso il 2 Agosto 2004 a Silbury Hill sembrano c oincidere nella descrizione dell’avvento del Quinto Sole. Termine di un’epoca e inizio di un nuovo ciclo per la Terra


Il 2004 si è chiuso con una grande tragedia. Ma non possiamo escludere le altre, che vedono gli attuali orrori della guerra in Iraq e di altri conflitti annunciati.
Come da tempo sostiene il nostro amico Eufemio Del Buono, i tempi dei Kali Yuga stanno per arrivare.
Sono quei tempi che già stiamo vivendo, tempi di grandi cambiamenti, tempi in cui tutto sarà distrutto e ricostruito. Secondo il calendario Maya, l’attuale Età dell’Oro (la quinta, governata dal dio Quetzalcoatl) terminerà nel 2012. Cosa ci dobbiamo aspettare? Secondo i ricercatori Maurice Cotterell e Adrian Gilbert, i cataclismi che caratterizzarono la fine delle Ere Maya furono causati da una inversione del campo magnetico terrestre, dovuta ad uno spostamento dell’asse del pianeta. La Terra infatti subirebbe periodicamente una variazione dell’inclinazione assiale rispetto al piano dell’ellittica del sistema solare. Ciò provocherebbe scenari apocalittici, come quello occorso il 26 dicembre 2004 e descritti dallo storico Velikvosky nel libro “Earth in Upheaval”:
“… Un terremoto farebbe tremare il globo intero. Aria e acqua si muoverebbero di continuo per inerzia, la Terra sarebbe spazzata da uragani e i mari investirebbero i continenti… La temperatura diverrebbe torrida e le rocce verrebbero liquefatte, i vulcani erutterebbero, la lava scorrerebbe dalle fratture nel terreno squarciato, ricoprendo vaste zone. Dalle pianure spunterebbero come funghi le montagne, che continuerebbero a salire sovrapponendosi alle pendici di altre montagne e causando faglie e spaccature immani. I laghi sarebbero inclinati e svuotati, i fiumi cambierebbero il loro corso, grandi estensioni di terreno verrebbero sommerse dal mare con tutti i loro abitanti. Le foreste sarebbero divorate dalle fiamme e gli uragani e i venti impetuosi le strapperebbero dal terreno… Il mare, abbandonato dalle acque, si tramuterebbe in un deserto. E se lo spostamento dell’asse fosse accompagnato da un cambiamento nella velocità di rotazione, le acque degli oceani equatoriali si ritirerebbero verso i poli e alte maree e uragani spazzerebbero la Terra da un polo all’altro… Lo spostamento dell’asse cambierebbe il clima in ogni luogo… Nel caso di un rapido spostamento dell’asse terrestre, molte specie di animali sulla Terra e nel mare sarebbero distrutte e la civiltà, se ancora esistesse, sarebbe ridotta in rovine”.
Lo scenario ipotizzato da Velikovsky, oltre a ricalcare le leggende Maya, espone scientificamente (in modo similare), la tragedia del terremoto-maremoto del sud-est asiatico.
Cotterell, in base ai suoi studi sull’attività delle macchie solari e sul calendario Maya, ha concluso che la profezia relativa alla fine della quinta Era deriva da un calcolo della prossima inversione del campo magnetico terrestre, prevista per il 2012. Chissà, forse fu proprio uno spostamento dell’asse terrestre che circa 10.500 anni fa fece sprofondare Atlantide e Lemuria e provocò il Diluvio Universale.
Per un paio di mesi ho concentrato le mie ricerche su alcuni Crop Circles, in particolare su quello che è apparso il 2 Agosto 2004 nella Silbury Hill (Wiltshire – Inghilterra) che descriveva in modo esplicito un calendario Maya-Azteco molto simile allo Tzolkin.
Il pittogramma in effetti oltre a rappresentare una statua del Dio azteco, Xochipilli, Il Principe di Fiori, rappresenta il Calendario denominato “La Pietra del Sole”, una lastra circolare azteca del 16° secolo rappresentante Xochipilli, che fu dissotterrata sul lato del vulcano Popocatapetl vicino a Tlamanalco, Messico.
Essa in effetti mostra il Calendario del tempo della Vita e della Morte: … Nel momento in cui il mondo fu creato, fu distrutto e fu ricreato in un nuovo tempo; unità così più piccole di tempo si ripeterono. …” . Se la vita fosse stata instabile così, nell’ultima analisi, era la morte. La rinascita. Per gli Aztechi come per i Maya, la morte rappresenta un passaggio dalla vita terrena ad un’altra esistenza su un aereo diverso in un universo multi dimensionale. Per alcuni, può essere inteso come anche la possibilità di un ritorno alla Terra, sebbene in una forma diversa.

Cerchiamo di inquadrare il significato del pittogramma.
Esso sembra essere solo un grande orologio di un calendario, con il (o un ) tempo mostrato in quattro unità diverse (analogo a giorni, ore, minuti e secondi) lungo il perimetro, più un “meccanismo dell’orologio” nel centro.
Esso ci dice che noi stiamo precisamente 8.67 anni dalla fine del “quarto Sole”, ovvero nel 2012.9, (dove 2004.6 (agosto) + 8.67 = 2012.9).
Il primo anello di centro rappresenta il Terremoto o un cataclisma dell’Epoca del Sole. Le quattro epoche rappresentate nelle porzioni quadrate di questo simbolo corrispondono anche alle quattro epoche precedenti chiamate Epoche dei Soli.

Secondo Anello – Il secondo anello dal centro verso l’esterno è composto di 20 giorni contenuti in un mese, anche questi possono comporre un anno o gli anni. Ogni anno comincia in uno di quattro di questi 20 giorni. La data esatta del Calendario sarà nel 2012.


La fine del quarto Sole è vicina

Qualche cosa di importante starebbe per accadere il prossimo anno (alla fine del 2005), poi qualche cosa di nuovo a dicembre 2012 (?).
Il pittogramma di Silbury, a mio avviso, è un messaggio indirizzato a tutta l’umanità. Chiunque può vedere che codifica qualche genere di importante comunicazione, attinente alle antiche profezie dei Maya e degli Aztechi. I Maya ci parlano chiaramente dei cicli solari. Secondo loro, quando il campo magnetico solare cambia direzione, tende a sbilanciare la Terra dal suo asse. La Terra inclinata, diviene così soggetta a terremoti, inondazioni ed eruzioni vulcaniche. Il campo magnetico solare si inverte cinque volte per un ciclo cosmico e questa potrebbe essere la causa per cui i Maya e gli Aztechi credevano che la Terra fosse stata distrutta quattro volte in passato e che all’inizio del XXI° secolo, la quinta era del Sole, accadrà di nuovo nello stesso modo.
Secondo Maurice Cotterell il campo magnetico dello strato neutro solare si inclina e il campo magnetico terrestre tenta di riallineare il proprio asse. A quel punto i poli magnetici terrestri spostano la loro posizione geomagnetica e sulla Terra avviene una distruzione cataclismica sotto forma di attività tettonica, eruzioni vulcaniche, inondazioni, maremoti, uragani, come viene raccontato nella lastra sarcofago di Palenque. Per questo motivo era importante pere i Maya tenere sotto controllo il periodo di 68.302 giorni: dopo i 20 di questi ci sarebbe stata la distruzione. Infatti nel pittogramma di Silbury Hill troviamo gli stessi significati. Qualcuno ci sta avvertendo che la fine di un’epoca sta “terminando” e che un nuovo ciclo di vita sta per iniziare.

Abbiamo del lavoro spirituale da fare
Secondo Carlos Barrios, quello attuale è un momento di cruciale importanza per l’umanità e per il pianeta. Ognuno di noi è importante. Se vi siete incarnati in quest’epoca, avete del lavoro spirituale da fare per dare equilibrio al pianeta. Barrio dice che gli anziani hanno aperto le porte in modo che altre razze possono giungere nel mondo Maya ed assorbirne la tradizione. I Maya da lungo tempo apprezzano e rispettano il fatto che esistono molti altri colori, razze e sistemi spirituali. Sanno che il destino del mondo dei Maya è legato al destino del mondo intero. La più grande saggezza risiede nella semplicità. Amore, rispetto, tolleranza, condivisione, gratitudine, indulgenza. Non è complesso né elaborato. La vera conoscenza è a disposizione di tutti, è codificata nel DNA. Tutto ciò di cui avete bisogno è dentro di voi. I grandi maestri lo hanno affermato sin dagli albori. Trovate il vostro cuore e troverete la vostra strada. Auguri



Il Calendario Maya

 

 
Il pittogramma di Silbury Hill (Wiltshire – Inghilterra), 2 Agosto 2004


Ricostruzione grafica del Pittogramma

Annunci

12 Risposte to “LA FINE DI TUTTO APOCALISSE 2012”

  1. e tutto vero ‘

  2. ci credo perchè tutto il mondo parla di questo e sembra basarsi su fatti scientifici veri….tutti sembrano daccordo….ma nessuno che ha portato una piccola certezza…piccola….almeno per dare un pò di speranza….sembra così già tutto segnato…e l’unica cosa che viene da pensare…è…come starò il giorno prima dell’apocalisse…?!?!

  3. potrebbe essere tutto vero ma non si ha la certezza che sia così.io ho molta paura che questo accada perchè ho solo dodicianni e nel 2012 andrò in 1°superiore e se finisse tutto li non vivrei tutta la mia vita..salterei molte esperienze che speravo di fare …speravo di laurearmi..di diplomarmi di trovare un buon lavoro sposarmi e avere dei bambini una bella casa ma forse non accadrà.Io spero che questa sia una profezia sbagliata perchè ho troppa paura che tutto finisca e di non avere il tempo di “completare” la mia vita. poi pensando ai bambini che nel 2012 avranno solo 3 annimi viene da piangere……forse questa profezia è vera ma io spero che non lo sia.

  4. io spero che non succedere mai

  5. e utto vero?

  6. nn si tratta sl di ufo ma anke xk ci sn molti kambiamenti nel mondo p.s.mlti ghiacciai si sciolgono

  7. nessuno sa’ quando arrivera’ l’apocalisse,nemmeno io.
    Posso solo dire che quando vedrete germogliare il fico,ecco..
    preparatevi che in quel tempo e’ vicino…..

  8. potrebbe essere tutto realtà…. probabile che lo sia ..
    ma non verrà distrutto tutto il mondo…. certo il pianeta terra cambierà asse ..si allontanerà dal sole e sarà, con Sirio, una delle stelle più lontane dal sole, sì! gelerà tutto diventerà tutto ghiacciato e propbabilmente ciò rappresenterà la 3 ERA GLACIALE… MA RICORDATE ….NON MORIREMO TUTTI …ANZI MORIRANNO molte meno persone di quanto vi aspettate….molte meno presone di qnt dicono nei film -.-°..
    non chiedetemi come so qst cose, fatevele bastare e basta.

    P.S. qualcuno di cui nn poxo rivelare il nome ….kmq HANNO deciso ke nn tutto verrà distrutto…

    ….UNA CHE SA FORSE TROPPE COSE

  9. Ho da poco letto l’ultimo libro di Dan Brown dove lui parla dell’apocalisse nel 2012. Secondo lui Apocalisse deriva dal greco per Apokalyptein che tradotto significa svelare. Come tutti i massoni sanno c’é una conoscenza superiore che prima o poi verrà svelata a tutta l’umanità e questo permetterà a chiunque di capire i tanti misteri della vita. Io credo in Dio, credo alla fine del mondo, ma credo anche in un nuovo inizio. La fine ci sarà, l’apocalisse ci sarà ma non come crediamo noi. Ci è stato insegnato che debba per forza essere una cosa negativa e se non lo fosse? Non vedo l’ora di vedere la reazione della chiesa…

  10. Forse è già cominciata…..sto per andare a Togliatti(Russia),sapete qulche cosa di questa città?Delle sue aree 51?
    Paura….nessuna!

  11. io ci credo perche’ gia si stanno succedendo cose tremende tutti questi terremoti e molto gente muore l’umanita’e malvaggia gia ci
    stiamo distrugendo da soli cosi’ non si puo andare piu’ avanti
    perche’ tutti i giorni succede sempre qual’cosa come guerre fame
    e lavoro si va sempre a diperire quindi vuol dire che siamo arrivati alla fine

  12. finalmente era ora

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: